Bologna (TMNews) - I matrimoni celebrati all'estero tra cittadini dello stesso sesso potranno essere trascritti nei registri di stato civile del Comune di Bologna. Il sindaco Virginio Merola ha firmato la direttiva."Dal 15 settembre sarà possibile trascrivere i matrimoni tra coppie gay celebrati all'estero. Riteniamo che sia un fatto di civiltà sostenere i legami e le relazioni affettive tra le persone e quindi serenamente continuiamo a stare all'avanguardia su questo terreno sperando che presto ci raggiunga il Parlamento con l'approvazione della legge sulle partnership civili". Il provvedimento ha già provocato polemiche anche all'interno della maggioranza di centrosinistra. Contro la trascrizione dell'atto di matrimonio estero si è espressa anche la Curia del capoluogo.