Firenze (askanews) - "Mi candido io alla segreteria nazionale per riportare a sinistra il Partito Democratico. Mi pare che il voto sia un disastro è nazionale". Così il presidente della Toscana, Enrico Rossi, sugli esiti dei ballottaggi alle amministrative. "Mi pare - ha proseguito Rossi- che lo spostamento a destra del Pd ci apre una falla a sinistra, dove noi cediamo. Quindi, piuttosto che pensare a conquistare l'elettorato di centrodestra rimango convinto che bisogna riconquistare l'elettorato di sinistra del partito".

Per Rossi "il Pd ha bisogno di un'identità di sinistra più forte, che Renzi ha spostato verso il centrodestra, ha bisogno di un radicamento sociale nel mondo del lavoro più forte di questo, nel lavoro dipendente, nei ceti medi produttivi, nella disoccupazione, nelle pensioni minime, nelle persone emarginate.

Questa è la nostra base sociale, non è Marchionne".