Abbassare al 40% la soglia dei voti necessari ai candidati sindaci per vincere la corsa al primp turno, escludendo al necessità del ballottaggio, e incrementare il numero delle firme necessarie per presentare le liste dei candidati, evitando il proliferare delle formazioni senza reale seguito tra gli elettori. Sono alcuni degli obiettivi del ddl di modifica al sistema elettorale per le elezioni amministrative che ha iniziato l'iter in commissione Affari costituzionali alla Camera e che arriverà in Aula a settembre. “Focus24” parla dei contenuti della proposta con il relatore e primo firmatario Massimo Parisi (Scelta civica-Ala).