Rho-Pero (askanews) - Un progetto di responsabilità sociale d'impresa di successo che può essere un esempio da seguire a livello europeo: questo è Kinder + sport "Joy of moving" secondo Tibor Navracsics, commissario europeo a Istruzione, cultura, giovani e sport, in visita a Expo 2015. Il commissario ungherese ha visitato lo spazio Kinder + sport per conoscere più da vicino il progetto internazionale presente in 27 Paesi, che vede coinvolti 3,7 milioni di ragazzi ed è stato realizzato in collaborazione con ministero dell'Istruzione italiano e Coni."È molto incoraggiante che compagnie private e grandi multinazionali siano impegnate nella responsabilità sociale, e realizzino progetti che possano aiutare le persone, in particolare i bambini, a rendere le loro vite più salutari. Questa è un'iniziativa molto bella, convincente e penso sia una strada per un futuro migliore" ha detto il commissario europeo, che considera il progetto replicabile in altre contesti. "È un buon esempio, se avremo dei workshop, delle conferenze e discutere,o sui possibili miglioramenti in futuro io proporrò l'iniziativa come esempio molto positivo".L'area Kinder + sport a Expo, estesa su 3600 metri quadri, è dedicata ai bambini e famiglie per vivere l'esperienza della gioia di muoversi: durante l'Esposizione universale ospita eventi e conferenze sull'importanza degli stili di vita attivi per i giovani. All'interno i ragazzi possono fare attività fisica giocando secondo un processo didattico ed esperienziale. Ci sono l'arrampicata, la corsa su un maxi cavallo a dondolo, il windsurf: ciascuna attività stimola una capacità diversa, come equilibrio, stabilità e controllo, per unire l'esercizio fisico al divertimento. Un principio che anche il ministero dell'Istruzione ha adottato come esempio di educazione alla salute da potenziare nelle scuole italiane e inserire nella riforma della scuola.