Roma, (askanews) - Dall'inizio del 2015 la polizia albanese ha distrutto più di 650.000 piante di cannabis per un valore - stimato - di oltre sette miliardi di euro. Ad alcune operazioni antidroga ha partecipato anche la polizia italiana, che ha fornito elicotteri e informazioni."Da gennaio la polizia ha inoltre arrestato 279 criminali", ha dichiarato un portavoce, sottolineando che continuano le ricerche per altri 90 sospettati.I coltivatori cercano di nascondere le piantagioni nelle zone più isolate dell'Albania, sulle montagne dove l'accesso è molto difficoltoso.Nel giugno 2014, la polizia ha compiuto una mega operazione a Lazarat, villaggio nel sud dell'Albania, conosciuto come "capitale della marijuana" per la sua produzione industriale di erba. Prima dell'operazione, secondo un rapporto della polizia italiana, il villaggio produceva circa 900 tonnellate di cannabis all'anno, per un valore - sempre stimato - di 4,5 miliardi di euro, cioè quasi un terzo del pil dell'Albania.(immagini Afp)