Roma, (askanews) - Impossibile annullare tutti i rischi che il terrorismo colpisca in Italia in vista del Giubileo: a spiegarlo è stato il comandante del Ros, il generale Giuseppe Governale, a margine della conferenza stampa sull'operazione antiterrorismo che ha smantellato la cellula guidata dal mullah Krekar.La cellula, che faceva proselitismo via web e reclutava combattenti per la Siria e il medio oriente, non progettava attacchi in Italia, come hanno sottolineato sia il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, che lo stesso comandante del Ros, ma, rispondendo ad una domanda in generale sui rischi di possibili attentati in Italia in vista del Giubileo, Governale ha sottolineato: "L'attività di prevenzione è sempre quella più pagante, ed è una costante azione dell'Arma e della polizia, rivolta al monitoraggio di tuti coloro che operano in maniera clandestina, di coloro di cui abbiamo evidenza di processi di radicalizzazione, certo tutto questo non consente di annullare la possibilità, ma certo noi abbiamo il compito e ce la stiamo mettendo tutta perché vi siano le minori possibilità di un evento ostile sul territorio nazionale".