Napoli, (TMNews) - Non bastava il degrado, ora a deturpare il cimitero di Poggioreale sono tornati i ladri, con un furto che ha dell'incredibile. Dallo storico camposanto di Napoli sono stati portati via duecento metri quadrati di piastrelle antiche.I predatori questa volta, con un lavoro certosino, mattonella dopo mattonella, si sono impossessati della pavimentazione di inizio Ottocento della congrega dell arciconfraternita dell Immacolata Concezione. Un lavoro lungo, paziente. Rumoroso. Di cui nessuno però si sarebbe accorto. Se non a furto ultimato.Secondo una prima ricostruzione il raid è stato commesso da almeno una dozzina di ladri-carpentieri che si sono serviti di un grosso furgone. Il camposanto, di notte, è terra di nessuno. Il personale è infatti ridotto ai minimi termini e spesso non resta nessuno di guardia. E' stato presentato un esposto-denuncia alle forze dell'ordine, si teme infatti che il furto sia stato fatto su commissione per rivendere il pregiato materiale artistico sui mercati illegali dell'arte antica.E' l'ennesimmo attacco al cimitero di Poggioreale, solo qualche mese fa vennero saccheggiate una mezza dozzina di cappelle: vetri infranti e lapidi danneggiate, senza nessun rispetto per la sacralità del luogo.