Denver, (TMNews) - Un club privato dove ritrovarsi la sera per fumare marijuana e condividerla con gli amici, al costo di 30 dollari, cioè la quota di iscrizione. Si chiama Club 64 il nuovo locale di Denver, in Colorado, nato sulla scia dell'Amendment 64, l'emendamento approvato dai cittadini con un referendum che legalizza l'uso della marijuana a scopo ricreativo nello Stato. È il risultato della lunga battaglia del proprietario Rob Cobby: "E' quello che gli abitanti del Colorado volevano, cioè un luogo dove gli adulti potessero stare insieme e esercitare la loro libertà". Una soddisfazione per Gabriel, tra i frequentatori abituali del club."Finora dovevamo mantenere il segreto su chi fossimo e dove vivessimo, ma negli ultimi due anni finalmente abbiamo iniziato a parlare apertamente su cosa facciamo e siamo accettati. È favoloso". La vendita al dettaglio della marijuana è ancora bloccata in Colorado, fino a quando non sarà regolata con precisione dal legislatore, ed è proibita dalla legge federale. Per la co-proprietaria del Club 64, Chloe Villano, si tratta di un cambiamento significativo e privo di rischi. "Il peggio che possa accadere è che chiudiamo molto prima di moltissimi bar, perchè tutti avranno voglia di andare a dormire".