Fundacion (Colombia), (TMNews) - Dolore e rabbia. Sono i sentimenti più diffusi in Colombia, il giorno dopo la morte di 33 bambini bruciati vivi nell'incendio di un bus. Una tragedia secondo una prima ricostruzione dovuta all'imprudenza dell'autista, fuggito prima di consegnarsi alla polizia.L'incidente è avvenuto al ritorno da una funzione religiosa a Fundacion, nella provincia di Magdalena. Il mezzo, che riportava a casa giovani parrocchiani della Chiesa della pentecoste, è esploso prima di essere distrutto dalle fiamme.Trasportava a quanto sembra 52 minorenni di età compresa tra i tre e i dodici anni, numero superiore a quello consentito per questo tipo di veicolo. "Sono sconvolto e tutta la Colombia è in lutto per la morte di questi bambini. Non la dimenticheremo mai", ha sottolineato il presidente Juan Manuel Santos.Nel Paese è divampata la polemica sullo stato del bus, di proprietà della comunità religiosa, e sul comportamento dell'autista, reclutato appositamente per portare i bambini alla messa. Dopo l'incidente, quest'ultimo è fuggito e la sua casa è stata presa d'assalto dagli abitanti furiosi partiti alla sua ricerca. L'uomo è finito in manette poche ore dopo l'incidente.