Roma (TMnews) - Probabilmente per non di farsi rubare qualche brano di conversazione, Matteo Renzi parla alla maniera di Antonio Cassano. Non certo in dialetto di Bari vecchia, ma con la mano davanti alla bocca. In aula alla Camera durante il dibattito generale sulla fiducia al suo governo, il premier ha numerosi colloqui, e tutti celati alle telecamere dal prudente gesto di farsi scudo con la mano: niente labiale, dunque.