Cleveland, (TMNews) - "Ho bisogno della polizia, sono Amanda Berry". Comincia così la telefonata alla polizia di Cleveland che chiude l'incredibile storia di Amanda, Gina e Michelle rapite e tenute in ostaggio per 10 anni. Amanda è appena riuscita a scappare e grazie ad un vicino chiama il 911. L'agente chiede cosa è successo. "Sono stata rapita, sono scomparsa per 10 anni e sono qui, sono libera ora", risponde. Poi l'agente chiede l'indirizzo e le assicura che una macchina della polizia sta per arrivare. Amanda è terrorizzata."Sono già sulla strada ora?", "Manderemo qualcuno appena avremo una macchina", risponde l'operatore "No, ne ho bisogno adesso prima che lui torni" ribatte Amanda.L'agente chiede di chi sta parlando e lei fa il nome del rapitore, Ariel Castro. Allora parte una sequenza di domande: è ispanico, bianco o nero, come è vestito. Amanda a quel punto non ce la fa più, ripete il suo nome "Sono stata fra le notizie per 10 anni" urla e scoppia a piangere."Non lo so come era vestito perché non è qui ora" dice Amanda. "La polizia è in strada, parla con loro quando arrivano" la tranquillizza l'agente prima di chiudere la telefonata.(Immagini Afp)