Milano, (TMNews) - Pedro e Onil Castro sono i due fratelli del mostro di Cleveland, l'uomo che ha rapito e segregato per dieci anni tre donne. La Cnn è riuscita a intervistarli, in eslcusiva, dopo che i due uomini sono stati scagionati. In questa anteprima dell'intervista che l'emittente statunitense trasmetterà nella prima serata lunedì 13 maggio, i fratelli Castro dicono di non aver mai sospettato l'orrore che si celava in quella casa. Temete che resterà per sempre su di voi il sospetto di complicità, chiede l'intervistatore. Il primo a rispondere è Onil:"Le persone che mi conoscono sanno che Onil Castro non è quella persona, e non ha nulla a che fare con lui. Nessuno potrebbe pensare una cosa del genere. Sono una persona benvoluta, riservata. Non ho mai avuto nemici Nessuno ha ragione di pensare che io possa aver fatto una cosa simile. E' stato uno choc per i miei amici, non possono crederci""Non avrei mai potuto immaginare una cosa così - incalza Pedro - se avessi saputo quello che stava facendo mio fratello avrei chiamato subito la polizia. E invece sarò perseguitato da chi penserà che Pedro c'entrava qualcosa. Pedro non ha nulla a che vedere con questa storia. Se avessi saputo, avrei denunciato subito. Fratello o non fratello"