Napoli, (TMNews) - Nulla di fatto, tutto rimandato. Nonostante la presenza del ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, giunta a Napoli appositamente per presenziare a un accordo per lo stanziamento dei fondi utili alla ricostruzione di Città della Scienza, la firma del protocollo è saltata all'ultimo momento con evidente disappunto del ministro."L'accordo non è saltato, deve essere perfezionato. Quello che mi è stato detto dai rappresentanti istituzionali è che - ha aggiunto - devono essere perfezionati alcuni aspetti che, forse, era meglio fare nei giorni scorsi, ma lo faranno nei prossimi".A far saltare la firma le divergenze di opinioni tra Regione Campania e Comune di Napoli sull'inserimento della bonifica di Bagnoli all'interno dell'accordo che prevede la ricostruzione di Città della Scienza, andata parzialmente distrutta in un incendio."La bonifica è un aspetto importante e credo - ha spiegato il ministro - che possa essere assolutamente incluso. C'è un provvedimento del 2011 al quale si ispirerà sia la Regione che il Comune".Una festa mancata dunque a un anno esatto dal rogo che la distrusse, Città della Scienza non celebrerà per il momento la sua rinascita.