Ramallah (askanews) - Migliaia di palestinesi hanno partecipato a Ramallah ai funerali di Ziad Abu Ein, 55 anni, alto dirigente dell'Autorità nazionale palestinese, morto dopo alcuni scontri scoppiati con i militari israeliani nel corso di una manifestazione nella località di Turmus Ayya, in Cisgiordania.Le circostanze della morte di Ein restano ancora poco chiare. Secondo i palestinesi, sarebbe deceduto a causa dei colpi inferti dai soldati israeliani e dei gas lacrimogeni che ha respirato. Lo ha dichiarato alla France Presse un ministro dell'Autorità nazionale palestinese. "La sua morte è stata provocata dai colpi ricevuti dagli occupanti israeliani e dall'uso che hanno fatto dei gas lacrimogeni", ha dichiarato Hussein al Sheikh, ministro degli Affari civili.Dal canto suo, il ministero della Salute israeliano ha dichiarato che l'alto responsabile palestinese sarebbe morto a causa di un attacco di cuore e di una malattia cardiaca di cui soffriva precedentemente, abbinata a una condizione di forte stress. È quanto emerge dal rapporto preliminare dell'autopsia a cui hanno partecipato specialisti dello Stato ebraico.Ma il governo palestinese considera Israele "assolutamente responsabile" della morte" di Ein, secondo quanto dichiarato dal portavoce dell'esecutivo a Ramallah.(Immagini Afp)