Nicosia (askanews) - Gli abitanti della autoproclamata Repubblica turca di Cipro del Nord hanno eletto nel turno di ballottaggio delle elezioni presidenziali il candidato del centro-sinistra Mustafa Akinci, con il mandato di rilanciare i negoziati di pace con i ciprioti greci 40 anni dopo la spartizione dell'isola.Akinci ha battuto con il 60,50% dei suffragi il leader uscente Dervis Eroglu, vincitore del primo turno, ed è considerato più favorevole ai colloqui con la parte greca di Cipro rispetto al rivale, attestato su posizioni più nazionaliste. I negoziati dovrebbero avviare una road map sotto l'egida dell'Onu, per la riunificazione dell'isola sotto forma di una federazione della Repubblica di Cipro e di quella della Repubblica turca, oggi riconosciuta solo da Ankara.L'isola di Cipro è divisa dal 1974, dopo un fallito colpo di Stato in vista di un'annessione alla Grecia che provocò l'intervento militare turco.(Immagini Afp)