Parigi (TMNews) - Inquinamento, obesità, tabagismo eincidenti stradali costano la vita ogni anno a 4,7 milioni dicinesi: è quanto risulta da uno studio pubblicato dalla rivistascientifica britannica The Lancet.Lo studio sottolinea tuttavia anche che dal 1950 ad oggi la Cinaè riuscita quasi a raddoppiare l'aspettativa di vita (passata da40 anni a 76 anni) e a compiere progressi notevoli nel controllodelle epidemie e nella salute materna e infantile.Tuttavia la rapida crescita economica e uno stile di vita semprepiù occidentalizzato hanno portato nuovi problemi sanitari: inparticolare, oltre due milioni di persone muoiono prematuramenteogni anno per cause legate all'inquinamento e un milione mezzo per patologie derivanti dal consumo di tabacco (che riguarda il 28% della popolazione adulta); un dato quest'ultimo che potrebberaggiungere i tre milioni nel 2040 se verrà mantenuta la tendenza attuale.Quanto agli incidenti - per la maggior parte stradali - costano la vita a 800mila persone ogni anno e rappresentano la principale causa di morte per le persone di età inferiore ai 39 anni; in aumento poi anche il numero delle persone obese o in sovrappeso con le patologie associate, dai 16 milioni del 2000 ai 30 milioni del 2010.(fonte Afp)