Pechino, (TMNews) - Zhou Yongkang finisce sotto inchiesta. Tra gli uomini più potenti della Cina, membro del Politburo, capo della polizia e dei servizi segreti cinesi fino al 2012, Zhou è indagato per "gravi violazioni di disciplina", come riferisce l'agenzia ufficiale di stampa Nuova Cina, formula che abitualmente indica i casi di corruzione.E' la prima volta che il suo nome è citato ufficialmente anche se attorno attorno a lui il cerchio si stava stringendo. Alcuni dei principali collaboratori di Zhou sono stati arrestati di recente nell'ambito di una inchiesta sulla corruzione che ha coinvolto 300 fra imprenditori e politici.Zhou Yongkang ha costruito un impero negli anni in cui ha ricoperto ruoli ai vertici della politica. Poi è caduto in disgrazia con l'arrivo al potere di Xi Jinping. Il nuovo presidente ha avviato una durissima lotta alla corruzione. Una campagna che sta portando i suoi frutti ma che in molti vedono anche come una "resa dei conti" tra rivali all'interno dei vertici del partito.(immagini Afp)