Roma, (askanews) - Un enorme incendio è divampato dopo l'esplosione di un impianto chimico a Zhangzhou, nella provincia di Fujian, nel sudest della Cina. Almeno tre persone sono rimaste ferite e sono state portate in ospedale, e si teme per la fuga di sostanze chimiche tossiche. E' il secondo incidente in due anni in questo impianto che produce p-xilene. Oltre 400 i vigili del fuoco impiegati per cercare di domare le fiamme.Le immagini amatoriali sono state diffuse dall'emittente cinese CCTV News. L'esplosione si è sentita fino a 50 km di distanza.