Shenzen (askanews) - Sono almeno una novantina le persone considerate disperse dopo la gigantesca colata di terra e fango che ha investito circa trenta edifici alla periferia della città industriale di Shenzhen, nel Sud della Cina. Sul luogo della catastrofe, che si estende su diversi ettari, sono al lavorooltre 1.500 soccorritori e 104 camion dei vigili del fuoco, fa sapere l'agenzia Nuova Cina."Ho sentito qualcuno gridare a fuoco. Mi sono precipitato già a vedere cosa succedesse, poi c'è stata un'esplosione e fango dappertutto. Sono rinetrato in casa per prendere i bambini e siamo scappati via", racconta un abitante del posto.Le cause della tragedia sarebbero da imputarsi a una montagna di terra accumulata illegalmente aimargini degli edifici che è crollata a seguito delle recenti piogge.