Qingdao, (TMNews) - Il Mar Giallo è diventato verde... di alghe. Le coste della provincia cinese di Shandong sono invase da una fioritura massiccia senza precedenti che copre una superficie di quasi trentamila chilometri quadrati. Alcuni bagnanti, divertiti, sfidano lo spessore del blob verde che tocca la riva pur di fare una nuotata. Ma è una missione quasi impossibile.Le autorità locali stanno ora cercando di ripulire le coste. La quantità è tale che per raschiare le spiagge si usano i bulldozer. E' il settimo anno consecutivo che le coste sono invase dalle alghe, ma mai come questa volta si sono visti tanti cumuli verdi sulla spiaggia di Qingdao, che è tra le località turistiche di mare più frequentate e famose in Cina.Secondo le autorità locali l'invasione della "enteromorpha prolifera", questo il nome dell'alga, è dovuta alle temperature elevate del mare. Ma per gli scienziati la causa è l'inquinamento: l'alga, che non è tossica, cresce in presenza di azoto e fosforo, due sostanze che si trovano normalmente nei fertilizzanti.