Santiago del Cile (askanews) - Una ventina di balene sono state ritrovate morte dopo essersi spiaggiate sulle coste della regione meridionale del Cile. L'ecatombe è stata scoperta da alcuni ricercatori stranieri in un fiordo lontano da ogni insediamento umano, a parte un'isolata base militare.Le autorità cilene avevano in precedenza accennato al ritrovamento di una quindicina di cetacei di oltre dieci metri, agonizzanti in una zona a nord del Golfo di Penas, circa 2.000 chilometri a sud di Santiago. Le balene non presentano segni di ferite esterne e potrebbero essere rimaste vittime di un'alga tossica o di un virus al momento sconosciuto, ha spiegato uno scienziato tedesco, responsabile del gruppo di ricercatori che hanno dato notizia del ritrovamento.Si tratta del primo caso di uno spiaggiamento di massa nella zona e le autorità cilene hanno aperto un'inchiesta per accertarne le cause.(Immagini Afp)