New York, (askanews) - Choc, rabbia e scambi di accuse a New York dopo l'assassinio di due agenti, uccisi a sangue freddo da un uomo che voleva vendicare due afroamericani freddati della polizia.I due agenti, di 32 e 40 anni, Wenjian Liu e Rafael Ramos, sono stati freddati a Brooklyn dai colpi di pistola sparati alla testa da Ismaaiyl Brinsley, un uomo nero di 28 anni, che si è suicidato immediatamente dopo sui binari del metro. L'uomo aveva annunciato il suo gesto su Instagram e anche verbalmente prima di aprire il fuoco.Il presidente Obama ha condannato incondizionatamente il gesto e si è detto indignato per l'uccisione dei due agenti, dando pieno appoggio alle forze di polizia degli Stati Uniti"Questo duplice assassinio di poliziotti rappresenta un durissimo colpo per il sindaco di New York, Bill de Blasio. La polizia lo accusa di non aver sostenuto l'istituzione e di essersi mostrato troppo tollerante nei confronti dei manifestanti durante le proteste per i casi Garner e Brown.Ma lo scambio di accuse non finisce qui. L'ex sindaco di New York Giuliani attacca il presidente americano ma difende il suo successore: "Obama è responsabile della morte dei due poliziotti. La reazione contro De Blasio è stata eccessiva, anche se deve cambiare politica nei confronti degli agenti".(Immagini afp)