Raggi firma ordinanza e respinge accuse su ritardi