Città del Vaticano (TMNews) - Jorge Mario Bergoglio, l'arcivescovo di Buenos Aires diventato Papa Francesco I, è nato nella capitale argentina il 17 dicembre 1936 da una famiglia di origini piemontesi. Il pontefice che viene dalla "fine del mondo", come ha detto subito dopo l'elezione, ha studiato e si è diplomato come tecnico chimico, ma poi ha scelto il sacerdozio con il noviziato nella Compagnia di Gesù. Dopo gli studi umanistici in Cile, nel 1963 è tornato a Buenos Aires e si è laureato in filosofia. Fra il 1964 e il 1965 è stato professore di letteratura e di psicologia nel collegio dell'Immacolata di Santa Fe e nel 1966 ha insegnato le stesse materie nel collegio del Salvatore nella capitale. La laurea in teologia è arrivata nel 1970, un anno dopo l'ordinazione. Dopo gli anni di insegnamento, nel 1986 si è recato in Germania per ultimare la sua tesi dottorale. Il 20 maggio 1992 Giovanni Paolo II lo ha nominato vescovo di Auca e ausiliare di Buenos Aires. Papa Wojtyla stesso lo ha creato cardinale nel concistoro del 21 febbraio 2001.