Parigi (askanews) - Migliaia di persone si sono radunate a Montreuil per l'ultimo saluto a Bernard "Tignous" Verlhac, una delle firme di punta di Charlie Hebdo, ucciso dai terroristi mercoledì 7 gennaio. I presenti sono stati invitati a lasciare un ricordo direttamente sul feretro. Così la bara di legno chiaro di Tignous si è presto riempita di vignette ironiche, di scritte e disegni.Ad invitare tutti a non lasciarsi intimidire da quanto accaduto è stato il ministro della Giustizia Christiane Taubira. "Tutto può essere disegnato, anche un profeta. Perchè in Francia, nella Francia di Voltaire e dell'irriverenza abbiamo diritto di prenderci gioco delle religioni", ha detto il ministro nel suo intervento alla cerimonia.A prendere la parola, commossa, c'è stata anche Cocò, una delle disegnatrici di Charlie Hebdo che il giorno della strage è stata risparmiata dai terroristi. "Mio Titì - ha detto - ti darebbe davvero fastidio vederci oggi con queste facce devastate, ma siamo qui, si fa ciò che si può, e allora smettila di lamentarti".(immagini Afp)