Pyongyang (TMNews) - La Nord Corea ha celebrato con un'enorme cerimonia di massa trasmessa in diretta televisiva i due anni dalla morte del leader Kim Jong-il. Migliaia di rappresentanti dell'esercito e dirigenti del partito hanno assistito in un silenzio totale alle celebrazioni, facendo scattare un grande applauso solo alla vista del leader Kim Jong-Un figlio e successore dell'anziano dirigente scomparso.Tutta questa abbondanza di immagini per un Paese solitamente restio a mostrarsi all'estero, è segno dell'ennesima prova di forza di un regime che sembra aver affilato i denti dopo l'arresto e l'uccisione di Jang Song-Thaek, zio del leader e suo mentore. Un'epurazione messa in atto probabilmente per stroncare lotte intestine, con l'eliminazione di una figura potente che era evidentemente diventata troppo ingombrante per il giovane Kim Jong-Un, riverito dalla platea di dirigenti, tutti desiderosi di dare un segno tangibile di fedeltà al regime.(Immagini Afp)