Roma, (TMNews) - Continua senza sosta l'impegno del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite nella Repubblica centrafricana, mentre si aggrava la crisi per la mancanza di cibo e le vie di comunicazione si rivelano troppo insicure per distruibuire le derrate a oltre un milione di persone bisognose.Un cargo Boeing 747, noleggiato dal Pam e partito dal Camerun, è atterrato a Bangui con 82 tonnellate di riso. Complessivamente, nel Paese dovrebbero arrivare 1.800 tonnellate di cereali, sufficienti a sfamare 150mila persone per un mese, su circa 25 voli nell'arco di quattro settimane.Il cibo verrà distribuito alle persone che sono state costrette ad abbandonare le proprie case. Alexis Masciarelli, portavoce del Pam nella Repubblica centrafricana. "Il ponte aereo è un'àncora di salvezza che ci permetterà di portare, immediatamente, aiuti alimentari alle persone che sono state colpite dal conflitto, e ci consentirà anche di iniziare al pre-posizionamento di cibo in tutto il Paese prima dell'inizio della stagione delle piogge".Nel solo mese di gennaio, è stata fornita assistenza alimentare a 280.000 persone in tutto il Paese centrafricano.