New York (askanews) - Nuove accuse di abusi sessuali contro i caschi blu dell'Onu presenti nella Repubblica Centrafricana, a una settimana dalle dimissioni del capo della missione Onu nel Paese africano."Le nuove accuse riguardano lo stupro di tre giovani donne, una di queste minorenne, da parte di tre membri del contingente militare Minusca", ha detto alla stampa il portavoce Onu Vannina Maestracci, precisando che i fatti risalgono alle scorse settimane e che i familiari delle vittime hanno denunciato i fatti il 12 agosto scorso.La reputazione già compromessa dei militari delle Nazioni Unite nelle ultime settimane è crollata. Il portavoce Onu Stephane Dujarric ha riferito di 57 presunti casi di cattiva condotta da parte dei peacekeeper in Centrafrica, in 11 dei quali si tratterebbe di abusi su bambini. Il 12 agosto scorso, Amnesty international ha denunciato lo stupro di una bambina di 12 anni da parte di caschi blu ruandesi e camerunensi nella capitale Bangui, che avrebbero ucciso anche il fratello di 16 anni e il padre della vittima.E la Francia ha avviato un'inchiesta su una decina di suoi soldati che avrebbero abusato sessualmente di bambini in Centrafrica in cambio di cibo nel 2013.(immagini Afp)