Bangui (TMNews) - Fuga di massa da Bangui dopo gli ennesimi episodi di violenza nei diversi quartieri della capitale del Centrafrica che da giorni vive nel caos. Gli ex ribelli Seleka e l'opposta fazione dei Balaka hanno seminato il panico spingendo migliaia di persone ad abbandonare le proprie abitazioni per trovare rifugio in diverse aree della città, dall'aeroporto alle chiese."Ci dirigiamo verso Sica, perché nel quartiere di Gobongo non c'è sicurezza. La nostra casa è stata colpita dai proiettili", racconta una ragazza.Le violenze interreligiose a Bangui sono costate la vita ad almeno29 persone, secondo il bilancio della Croce rossa centrafricana."I vicini di casa - spiega questa donna - hanno cominciato a fuggire dicendo che sarebbero arrivate le milizie ad ucciderci. Per questo ho deciso di rifugiarmi nella chiesa di Saint Sauveur".Il Paese è nel caos da quando nel marzo scorso i ribelli Seleka hanno preso il controllo di Bangui. Ma da allora non si sono fermate le vendette nei confronti degli esponenti dell'ancien regime. Il nuovo presidente Michel Djotodia non è riuscito a mantenere il controllo sulle proprie milizie e quindi a ristabilire l'ordine.(immagini Afp)