Roma, (TMNews) - L'Organizzazione non governativa "Medici Senza Frontiere" lancia l'allarme nella Repubblica centrafricana e punta il dito contro l'operato fallimentare della politica internazionale."L'estremo livello di violenza contro i civili e l'uccisione di numerosi civili - afferma Medici Senza Frontiere - mostra il fallimento della politica internazionale nella protezione della popolazione centrafricana."La crisi umanitaria a cui stiamo assistendo è senza precedenti - afferma Joanne Liu, presidente internazionale di Medici senza frontiere - facciamo appello agli stati membri delle Nazioni Unite di interrompere il loro debole intervento e agire ora, subito"."C'è una catastrofe umanitaria sotto gli occhi dei leader internazionali, non agire subito significa abbandonare la popolazione centrafricana".Immagini: Afp