Ploegsteert (askanews) - Un monumento per ricordare che il calcio è anche strumento di pace e fratellanza tra i popoli. A Ploegsteert in Belgio è stato inaugurato il memoriale che celebra la cosiddetta "partita della pace". Il 25 dicembre 1914 tedeschi e inglesi uscirono dalle trincee della Prima Guerra Mondiale e abbandonarono le ostilità per un giorno, affrontandosi in un incontro di calcio approfittando della tregua di Natale. Il pallone prese il posto delle pallottole, una partita di calcio permise all'umanità di avere il sopravvento sulla barbarie."Io credo che sia particolarmente emozionante ricordare quei giovani che qui, cento anni fa, hanno espresso la loro umanità giocando insieme al calcio - ha detto il presidente dell'Uefa, Michel Platini aggiungendo che quei soldati hanno aperto un importante capitolo nella costruzione della unità europea.L'incontro fu vinto dai tedeschi 3-2, ma quello che resta è il messaggio che è valido ancora oggi, lo sport deve unire non dividere.