Gerusalemme, (TMNews) - Centinaia di immigrati africani hanno iniziato uno sciopero della fame in Israele per protestare contro lo sgombero del loro sit-in di protesta nei pressi della frontiera con l'Egitto. Gli immigrati, perlopiù eritrei e sudanesi, avevano organizzato il sit-in per denunciare le condizioni di vita nel campo di detenzione di Holot, nel sud di Israele. L'intervento della polizia ha innescato scontri.Gli immigrati hanno quindi annunciato lo sciopero della fame per "protestare contro queste violenze e la nostra detenzione". In un comunicato, gli africani ha anche chiesto all'Alto commissariato Onu per i rifugiati di trovare una soluzione alla loro situazione e proteggerli in quanto richiedenti asilo.