Catania (TMNews) - Duecento immigrati di nazionalità somala sono sbarcati questa mattina al porto di Catania. I migranti, uomini e donne hanno affrontato quattro giorni di traversata e al momento dello sbarco sono apparsi denutriti e disidratati. Polemiche sulle operazioni di soccorso, scattate soltanto un'ora dopo l'orario in cui l'imbarcazione con i migranti aveva attraccato al porto. Dopo i soccorsi i migranti sono saliti negli autobus della Azienda Municipale Trasporti e trasferiti al Palaspiedini, il palazzetto dello sport adibito a centro di accoglienza.Proseguono intanto i pattugliamenti delle coste italiana da parte della Marina militare, nell'ambito dell'operazione Mare Nostrum. L'imbarcazione d'altura Cigala Fulgosi, in due diversi interventi, ha soccorso oltre 300 migranti al largo di Lampedusa. Le tragedie in mare sembrano dunque essere terminate, almeno per ora, ma il flusso di disperati che tentano di approdare in Italia non accenna a fermarsi.