Catania, (TMNews) - Un presidio per attirare l'attenzione sul loro caso durante la visita del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a Catania, al quale hanno scritto una lettera. Un centinaio di lavoratori della Micron sono scesi in piazza indossando ciascuno un cartello con la scritta "Esubero" e striscioni con gli slogan "Ridateci il futuro" e "Micron, da eccellenze a eccedenze": 419 dipendenti della società hanno ricevuto l'avviso di mobilità. "Non siamo qui per protestare ma per rivendicare il fatto di avere un minimo di dignità e rispetto per il nostro lavoro - dice Pietro Leonardi, sindacalista Uilm - tutto questo crea disagi di tipo lavorativo ma anche sul futuro delle nostre generazioni: non investire nel settore microelettronico va contro le tendenze internazionali".