Bergamo (TMNews) - Massimo Giuseppe Bossetti rompe il silenzio e si dichiara estraneo ai fatti: afferma di non aver mai conosciuto Yara Gambirasio e che la sera della sua scomparsa era in casa con la famiglia. L'uomo accusato di aver ucciso la ragazza di tredici anni nel novembre del 2010 si è dichiarato innocente e ha risposto all'interrogatorio per la convalida del fermo, in carcere a Bergamo, davanti al gip Ezia Maccora e al pm Letizia Ruggeri.La polizia ha intanto diffuso le immagini girate durante le fasi dell'arresto di Bossetti, quando è stato prelevato nella sua abitazione a Mapello e poi portato al comando dei carabinieri di Bergamo. Da qui lunedì 16 giugno è uscito per essere trasferito in carcere.