Nuova Delhi (askanews) - La Corte suprema indiana ha sospeso fino al 13 gennaio 2016 i procedimenti giudiziari nei confronti dei due fucilieri di Marina italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Il governo indiano si è così adeguato alla decisione del Tribunale internazionale del diritto del mare di Amburgo che il 24 agosto scorso ha chiesto la sospensione di tutte le procedure giudiziarie nei confronti dei due marò, accusati senza processo da tre anni di aver ucciso due pescatori del Kerala nel 2012, ritenendoli dei pirati.La corte di Amburgo ha accolto solo in parte le richieste avanzate dall'Italia stabilendo che India e Italia devono astenersi dall esercizio di qualsiasi forma di giurisdizione sui due fucilieri di Marina,nell attesa di una determinazione definitiva del caso da parte della Corte arbitrale dell'Aia, in via di costituzione.I giudici non hanno accolto la richiesta di Roma in merito al rientro in Italia di Salvatore Girone e alla conferma della permanenza a casa per motivi di salute di Massimiliano Latorre e hanno chiesto, entro il 24 settembre, un nuovo rapporto da parte di entrambi i paesi.(Immagini Afp)