Una parata multietnica che da Cascina Triulza sfila lungo il Decumano fino ad arrivare sotto l'Albero della Vita per comporre la scritta Expo. La fondazione Triulza inaugura così l'Expo Milano 2015, con una iniziativa che riafferma il valore del dialogo fra i popoli. Sergio Saviotti, presidente della Fondazione Triulza."Ogni evento qui ha un doppio significato. La parata è stata voluta perché è bello che ci siano genti diverse nella nostra città, ma è anche criminale fare in modo che questa gente rischi la vita. Questo è il doppio significato di questa parata: mostrare questa bellezza e denunciare questi fatti".A comporre la parata artistica di Cascina Triulza, il Padiglione della Società Civile di Expo Milano 2015, c'erano 200 artisti e i rappresentanti delle Comunità internazionali presenti a Milano, 15 artisti di M-WAM, il network degli artisti internazionali che lavorano a Milano, i giovani delle Accademie creative lombarde e i volontari del Servizio Civile per Expo, oltre al pubblico dell'esposizione universale. Una colorata festa dei popoli per rendere protagonisti l arte, i temi e i valori di Expo Milano 2015 e della Società Civile.