Milano (TMNews) - L'Italia è storicamente un Paese di proprietari di case, ma negli ultimi anni gli acquisti sono diventati sempre più un miraggio e i mutui restano, nel Belpaese, i più cari d'Europa. E' quanto emerge da un rapporto di Confartigianato che sottolinea come le compravendite immobiliari quest'anno siano calate del 13,8% rispetto al 2012, a causa anche del costo più alto delle media dei mutui. Per gli artigiani il mercato immobiliare versa in una crisi "sempre più profonda", che insiste su quella più generale del settore delle costruzione.Venendo ai tassi, il rapporto mostra che in Italia la media si attesta al 3,53%, a fronte del 2,77% della Francia, del 2,9% della Spagna e del 2,91% della Germania.Particolarmente significativa anche l'analisi sulla distribuzione geografica dei prestiti in Italia: l'80,8% si concentra al centronord, mentre al Sud viene concesso solo il restante 19,2%