Roma (askanews) - Gli assessori alle politiche abitative di Roma, Milano e Napoli, chiedono al governo di prorogare il blocco degli sfratti e scongiurare una situazione, altrimenti ingestibile da un punto di vista sociale e da quello dell'ordine pubblico. Fra le 30 e le 50mila famiglie, in tutta Italia - si legge in una nota congiunta - sono a rischio di sfratto esecutivo per la mancata proroga dei contratti di locazione.Pronta la risposta del governo: "Sulla proroga degli sfratti agli assessori di Milano, Roma e Napoli dico che non è drammatizzando un problema che lo si risolve", ha affermato il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Maurizio Lupi.Sul tema è intervenuto anche il presidente della Cei e arcivescovo di Genova, il cardinale Angelo Bagnasco. "Questo - ha detto - sarebbe veramente un fallimento per il Paese intero, nonché una grande sofferenza ed un gradissimo disagio per tantissime persone".Confedilizia si schiera con il governo che ha posto fine a ridicola e accidiosa liturgia del blocco degli sfratti, e plaude allo stanziamento degli 849 milioni del decreto casa per affitti, morosità e alloggi popolari.