Milano (TMNews) - Il neoministro dell'Istruzione, Maria Chiara Carrozza, ha detto che non può "accettare la violenza, né fisica né verbale da nessuno". Un riferimento agli scontri con la polizia avvenuti all'interno dell'Università degli studi di Milano in seguito allo sgombero dei locali di una ex libreria che erano stati occupati. "Non conosco la vicenda nel dettaglio e quindi non posso sbilanciarmi, ma ho parlato con chi c'era e mi è stato detto che c'erano profili di illegalità. Bisogna cercare il dialogo, ma da entrambe le parti" ha detto. A suo parere "si può manifestare, ma non ci può essere violenza nel farlo. Ho parlato con il rettore, sta cercando una mediazione e in questo caso come in tanti altri il rettore non va mai contro gli studenti, non è nemmeno nell'interesse dell'Università".