Roma, (TMNews) - Carlo Tavecchio è il nuovo presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio. L'assemblea della Figc si lascia alle spalle le polemiche legate alle discusse dichiarazioni del numero 1 della Lega nazionale dilettanti, su tutte quella sui "calciatori stranieri che mangiano banane", e lo elegge al terzo scrutinio con il 63% dei voti. Tavecchio, 71 anni, ha battuto lo sfidante, Demetrio Albertini, fermo al 34% dei voti. Il voto spacca la serie A tra club favorevoli a Tavecchio, guidati dal presidente della Lazio Lotito, e contrari cioè Juventus, Torino e Roma."Sarò il presidente di tutti, soprattutto di coloro che hanno espresso dissenso - ha detto Tavecchio dopo l'elezione - oggi, alla presenza delle più alte autorità Uefa, c'è stata una dimostrazione di grande serietà e comportamento di democrazia".Tra i punti del programma del neo eletto presidente Federcalcio ci sono: lo sviluppo dei centri di formazione federale per giovani (una ventina, in cui organizzare selezioni regionali) e il modello britannico di ingresso per gli extra-comunitari, oltre a quello delle seconde proprietà per favorire la crescita dei calciatori. Per ampliare il numero di giocatori in Nazionale c'è anche la proposta di intervenire con il riconoscimento dello ius soli, per attribuire la cittadinanza a nati in Italia da genitori stranieri.