Città del Vaticano (TMNews) - Per il cardinale sudafricano Wilfrid Fox Napier il Conclave non sarà breve, e comunque più lungo dello scorso, quello dell'elezione di Benedetto XVI al secondo giorno. "Credo che sarà più lungo di quello dell'ultima volta, alcuni giorni. Perchè ci sono diversi cardinali giovani e dobbiamo esplorare bene le possibilità".Alla domanda se prevede che il Papa sarà eletto entro domenica, il cardinale ha detto "Spero di sì, comunque ne abbiamo bisogno per Pasqua". Il porporato africano ha parlato uscendo dall'ultima Congregazione generale che ha visto riuniti ancora una volta i cardinali di tutto il mondo."L'ultima congregazione - ha detto Napier - è stata molto molto importante, abbiamo delineato le caratteristiche del nuovo Papa: buon pastore e buon amministratore. ora penso che siamo pronti a entrare in Conclave". Il cardinale poi ha tracciato ancora una volta l'identikit del futuro Papa: "Deve essere uno giovane - ha spiegato - che sappia rispondere alle esigenze e necessità della chiesa di questo tempo abbiamo bisogno di 7 votazioni prima di prendere un 'break' se non c'è una decisione entro questa votazione".E sull'ipotesi di un Papa africano, Napier è sorridente ma cauto. "Sarebbe bello, ma non so se i tempi sono maturi".