Roma (sskanews) - "La presenza di magistrati all interno delle istituzioni o chiamati a ricoprire incarichi pubblici è una dimostrazione di debolezza della politica". Lo ha detto il segretario generale dell'Associazione Nazionale Magistrati, Maurizio Carbone, intervistato da askanews. "La politica, che spesso critica l azione della magistratura e l accusa di fare attività di supplenza, come è avvenuto per esempio nel caso Ilva, poi in realtà chiama noi magistrati a rivestire incarichi politici: una contraddizione da parte dei rappresentanti della politica che evidentemente riconoscono nella magistratura comunque un istituzione sana", ha puntualizzato Carbone."Noi magistrati non vogliamo fare attività di supplenza, non vogliamo invadere campi che non ci appartengono, avremmo bisogno noi, come tutti i cittadini, di una politica forte che faccia appieno il proprio dovere", ha sottolineato Carbone.