Capri (TMNews) - Frammenti di mosaici e marmi risalential periodo imperiale e appartenenti, con molta probabilità, a villa Jovis, la dimora dell'imperatore romano Tibero a Capri. E' l'importante scoperta archeologica effettuata sul fondale dell'isola azzurra dal sub Vasco Fronzoni, avvocato e docente universitario con la passione per il mare e le immersioni, che ha già all'attivo numerosi altri ritrovamenti.Fronzoni, con l'aiuto del suo collaboratore Enrico Desiderio, ha portato alla luce a circa 10 metri di profondità tre blocchi di materiale conglomerato con tessere di mosaico e un marmo che affiorava dalla fondale sabbioso. Il sub, come si vede in queste immagini, ha rilevato e documentato i beni sommersi segnalando il ritrovamento all'Ufficio circondariale marittimo di Capri e alla Soprintendenza archeologica rendendosi disponibile al recupero dei reperti.Il sub caprese è da anni impegnato attivamente nella difesa del mare caprese e del suo patrimonio sommerso e in diverse occasioni ha anche organizzato campagne decologiche per ripulire i fondali dai rifiuti.