Roma (askanews) - Nella lotta alla corruzione "la strada intrapresa è quella giusta" ed è il modo migliore per "introdurre nel sistema gli anticorpi" necessari per rendere più difficili le pratiche corruttive. Lo ha detto Raffaele Cantone, presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione, presentando la Relazione annuale 2015.

"Molti semi sono stati gettati e tanti altri ne getteremo ma bisogna attendere, con pazienza, gli effetti", ha aggiunto.