Roma (TMNews) - Ignazio Marino, uno dei candidati del Pd alle primarie del 7 aprile per la corsa al Campidoglio riunisce i militanti e parla del suo programma, che ha uno slogan, 'Non è politica, è Roma'. Ma come si traduce in fatti concreti?"Io penso a una città a misura di bambino, una città dove sia sicuro spostarsi, dove anche un bambino possa spostarsi e andare a scuola da solo, penso a una città che investa sui trasporti, insomma fatti, progetti concreti".Marino pensa ad investimenti nella tutela dei beni culturali. Roma è la città col maggior numero di opere d'arte al mondo. "Per ogni biglietto che verrà venduto per manifestazioni artistiche e per la visita di monumenti o di musei, almeno un 25 per cento verrà investito per il decoro urbano delle periferie". E proprio sulle periferie Marino precisa: "Investimento economico nel decoro, cultura, si deve reiniziare a fare cultura nelle periferie per aggregare le comunità perché le persone vivano ogni luogo come la loto città e come il centro della loro comunità".