Napoli (askanews) - Giro di vite contro i clan dellacamorra nel centro storico di Napoli. Sono 45 i provvedimenti dicustodia cautelare emessi nei confronti di altrettanti indagatinell'ambito del blitz eseguito nel centro storico del capoluogopartenopeo.I carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale,coordinati dalla Dda partenopea, hanno eseguito 36 ordinanze incarcere e nove ai domiciliari. Tutti gli arrestati sono ritenuti affiliati o vicini al clancamorristico dei Mariano, storicamente attivo nella zona deiQuartieri Spagnoli e attualmente guidato daMarco Mariano, fratello del capo storicodel clan Ciro Mariano detto o Picuozzo, da anni detenuto. Tragli arrestati figura lo stesso Marco Mariano: nonostante stesse trascorrendo unperiodo in una casa-lavoro di Sulmona, il reggente del clanera riuscito ad ottenere permessi dai medici perritornare a Napoli ed incontrare alcuni suoi fedelissimi ai qualiimpartiva disposizioni. Nelle indagini sono coinvolti anche imprenditori e medici, ha rivelato il Procuratore capo della Procura di Napoli Giovanni Colangelo: "Questo dimostra che la criminalità organizzata non è un'isola ma opera all'interno della città. Inevitabilmente viene contatto con persone che svolgono le attività più disparate", ha commentato.Le indagini sono partite dalla fine del 2009, ma l'attività contro la malavita non è certo finita. "Prima o poi i fatti criminosi saranno scoperti e i responsabili affidati alla giustizia. Non è una questione di incertezza su se ma soltanto sul quando", ha concluso Colangelo.