Roma (askanews) - Striscioni protagonisti nel prepartita di Roma-Napoli all'Olimpico ad alta tensione. Pochissimi i sostenitori partenopei che potevano accedere al settore ospiti dello stadio Olimpico.In curva sud prendono di mira la signora Antonella Leardi, madre dello sfortunato tifoso ferito a morte a Roma prima della finale di coppa Italia Napoli-Fiorentina dello scorso anno con vari striscioni tra cui. "Che cosa triste, lucri sul funerale con libri e interviste!". Immancabili i cori di stampo razzista come "Vesuvio lavali col fuoco". L'avvocato della famiglia Espositoha chiesto di squalificate l'Olimpico.