Catania (askanews) - Sette dirigenti del Catania tra i quali il presidente Antonino Pulvirenti, il suo vice Pablo Cosentino e l'ex direttore sportivo del Catania Daniele Delli Carri, sono stati arrestati su ordine della Direzione distrettuale antimafia di Catania. Le accuse vanno a vario titolo da frode in competizioni sportive e truffa: avrebbero comprato le partite alterando così i risultati degli incontri della squadra etnea e l'esito del campionato di serie B. Perquisizioni sono state effettuate in tutta Italia.