Kabul (TMNews) - Non è un green on blue ma poco ci manca. Nel codice Nato, l'espressione significa un attacco contro le truppe occidentali da parte di talebani travestiti con l'uniforme dell'esercito afgano. Per fortuna, il sonoro 4-0 inflitto da una squadra di calcio di militari afgani a una rappresentativa dell'Isaf, composta da atleti britannici, tedeschi, turchi, romeni, statunitensi e macedoni, è sanguinoso solo dal punto di vista dell'onore sportivo.La partita è stata organizzata per rafforzare le relazioni tra gli alleati impegnati nel conflitto afgano e per raccogliere fondi destinati a un'associazione di beneficenza che si occupa dei militari afgani feriti. Il generale Heinz Josef Feldmann, portavoce dell'Isaf, spiega:"L'incontro è servito a mostrare ai soldati afgani che le nostre nazioni hanno a cuore il futuro dei loro guerrieri feriti sul campo".(Immagini Afp)